venerdì 29 novembre 2013

LA POLTRONA SACCO, UN OGGETTO DI CULTO


La poltrona sacco è passata agli onori della cronaca, ovvero da oggetto di design
presente solo nelle case d'elite, a oggetto di culto di massa grazie a Giandomenico
Fracchia, il personaggio inventato da Paolo Villaggio sulla falsariga di Fantozzi. 
Famosa è infatti la scena dove lo sfortunato e impacciato protagonista, a colloquio
con il capo, intraprende una vera e propria "lotta" con la poltrona sacco poiché non
riesce a sedersi, contunuando a rotolare per terra. (VEDI FILMATO MIN 1:40)


In realtà, la poltrona sacco è una delle sedute più comode che esistano poiché è morbida ed avvolgente. La poltrona sacco è il tipico esempio di mobile pop: si tratta di un sacco di forma oblunga, generalmente in tessuto o in ecopelle, riempito con palline di polistirolo che prende la forma della persona che vi si siede. Il fatto poi che la poltrona sacco sia riempita con palline di polistirolo la rende particolarmente agevole da trasportare. Questo tipo di potrona si adatta particolarmente ad una casa con arredamento giovane e moderno, mentre è difficile da sistemare in una casa arredata in stile tradizionale o rustico. Ciò non toglie però che si possa sempre sistemare una poltrona sacco nella camera dei bambini, che generalmente trovano molto divertente questo tipo di sedile.